Tutankhamon Caravaggio Van Gogh e la notte

La Basilica Palladiana ospita una mostra dedicata al tema della sera e della notte nella storia dell’arte. Dal 24 dicembre 2014 a Vicenza è allestita “Tutankhamon Caravaggio Van Gogh. La sera e i notturni dagli Egizi al Novecento”.

Tutankhamon Caravaggio Van Gogh

Vincent van Gogh, Sentiero di notte in Provenza, 1890 olio su tela, cm 90,6 x 72 Otterlo, Kröller-Müller Museum

Non solo una raccolta di grandi opere. La mostra della Basilica Palladiana è anche un’esposizione di sensazioni, emozioni e simboli. Seguendo il tema comune della sera e della notte, si rivivono millenni di storia dell’uomo e dell’arte. La mostra propone ben 113 opere, tra cui alcune rare, divise in sei sezioni e provenienti da musei e collezioni di tutto il mondo.

E’ un racconto che comincia lungo il Nilo, grazie a reperti che, da soli, valgono il viaggio a Vicenza. Dal Museum of Fine Arts di Boston per la prima volta in Italia un nucleo di tesori egizi come il ritratto di Tutankhamon re bambino.

La seconda sezione si sofferma sulla suggestiva atmosfera delle figure collocate in ambienti notturni, seguendo in particolare la vita di Cristo. Al centro di questa sezione capolavori di Cinque e Seicento: da Giorgione a Caravaggio, da Tiziano a El Greco, da Tintoretto a Poussin.

La rassegna prosegue dando spazio a grandi esempi di incisione. In una sala si confrontano infatti Rembrandt e Piranesi, il primo con i suoi celeberrimi soggetti religiosi, il secondo con le altrettanto famose immagini delle “Carceri”.

La quarta sezione è dedicata al paesaggio, dal tramonto al momento in cui nel cielo si levano la luna e le stelle. Il periodo raccontato è l’Ottocento, dal romanticismo all’impressionismo, il tempo della natura serale e notturna. Qui si possono ammirare alcuni capolavori di Turner, Friedrich, Corot e Millet, fino a Whistler, Monet, Pissarro, Van Gogh e poi Mondrian, Klee e Hopper nella prima parte del Novecento.

Tutankhamon Caravaggio Van Gogh

Edward Hopper, Emporio, 1927 olio su tela, cm 73,7 x 101,9 Boston, Museum of Fine Arts, © 2014 Museum of Fine Arts, Boston

La penultima sezione entra nel pieno Novecento. Spazio quindi ai grandi della seconda metà del XX secolo, specialmente per quanto riguarda il versante astratto americano, da Morris Louis a Noland a Rothko. Ma anche pittori che si sono tenuti a cavallo tra figurazione e astrazione, come De Staël, fino a un altro grande americano come Andrew Wyeth, e poi López García e Guccione, per entrare nelle profondità della sera e della notte intesa come fatto soprattutto psicologico.

La sesta e ultima sezione è una sorta di riassunto di tutti i temi affrontati nelle sale precedenti. Si succedono opere indimenticabili da Gauguin a Cézanne, da Caravaggio a Luca Giordano, da Van Gogh a Rothko.

 

Tutankhamon Caravaggio Van Gogh

Caspar David Friedrich, Città al chiaro di luna, 1817 olio su tela, cm 45,8 x 33 Winterthur, Museum Oskar Reinhart am Stadtgarten

Tutankhamon Caravaggio Van Gogh.
La sera e i notturni dagli Egizi al Novecento
24 dicembre 2014 – 2 giugno 2014
Basilica Palladiana, Vicenza

Orari:
da lunedì a giovedì: ore 9-19
da venerdì a domenica: ore 9-20
24 dicembre: dalle 16 all’una di notte
25 dicembre: 15-20
dal 26 al 30 dicembre: 9-20
31 dicembre: dalle 9 alle due di notte
1 gennaio: 10-20
dal 2 al 5 gennaio: 9-20
6 gennaio: 9-19

Ingresso:
Intero € 12,00
Ridotto € 9,00

Author: Redazione

La mente occulta. Il suo suono: il rumore della tastiera. Il suo aroma: il caffè. A litri.

Share This Post On

Pin It on Pinterest