Da Boldini a Segantini, i maestri che fecero le Expo

Dal 28 giugno 2015, GAMManzoni ospita la mostra Da Boldini a Segantini. Riflessi dell’impressionismo in Italia. In occasione di EXPO 2015 a Milano sono esposte 35 opere di alcuni degli indiscussi protagonisti dell’arte italiana dell’Ottocento, che hanno partecipato alle esposizioni universali a cavallo di due secoli. Un’opportunità unica per ammirare capolavori di maestri quali Giovanni Segantini, Giovanni Fattori, Mosé Bianchi, Giovanni Boldini, Giuseppe De Nittis.

Giuseppe De Nittis, Buckingham Palace, olio su tela

Giuseppe De Nittis, Buckingham Palace, olio su tela

In occasione di EXPO 2015, GAMManzoni propone un evento dedicato alle eccellenze della pittura italiana del XIX secolo, attraverso quegli esponenti che hanno partecipato, con le loro creazioni, alle più importanti Esposizioni Universali a cavallo dei due secoli, come Vienna 1873, Philadelphia 1876, Parigi 1878 e 1900, Anversa 1885, St. Louis 1904 e Milano 1906.
Tra le varie opere, alcune mai esposte prima a Milano, si potranno ammirare L’uscita dal Duomo di Mosé Bianchi, rimasta in Francia per quasi un secolo, la straordinaria Alpe di maggio di Giovanni Segantini, La lettera di Federico Zandomeneghi, appartenuta alla celebre raccolta di Giacomo Jucker, Via di Ravenna di Telemaco Signorini.

DA BOLDINI A SEGANTINI. Riflessi dell’impressionismo in Italia
fino al 28 giugno 2015
GAMManzoni
via A. Manzoni 45
Milano

Orari:
da martedì a domenica 10-13 e 15-19 (ultimo accesso 18.30)

Ingresso: 6 Euro

Catalogo: GAMManzoni edizioni
www.gammanzoni.com

Author: Redazione

La mente occulta. Il suo suono: il rumore della tastiera. Il suo aroma: il caffè. A litri.

Share This Post On

Pin It on Pinterest