Il crollo dell’Impero Romano ai Musei Capitolini

La mostra “L’Età dell’Angoscia. Da Commodo a Diocleziano (192-305 d.C.)”, è il quarto importante appuntamento del ciclo “I Giorni di Roma”, progetto quinquennale di mostre che alterna esposizioni a carattere monografico a quelle più ad ampio respiro, dall’epoca repubblicana fino all’epoca tardo-antica.

 

stata marte detto decio

I Musei Capitolini ospitano una grande mostra di arte antica romana che abbraccia un arco temporale di trecento anni per ripercorrere la crisi dell’Impero Romano. Il percorso espositivo racconta lo sgretolarsi dei valori civili, morali e politici che portò all’ineluttabile crollo di imperi, civiltà e culture dominanti.

Questa interessante esposizione è una bella opportunità per approfondire la conoscenza di un periodo storico di grandi cambiamenti che segnarono l’età compresa tra i regni di Commodo (180 – 192 d.C.) e Diocleziano (284 – 305 d.C.), e che gli storici del tempo definirono “il passaggio da un Impero d’oro ad uno di ferro arrugginito”

L’età dell’angoscia
Da Commodo a Diocleziano (192-305 d. C.)
28 gennaio-4 ottobre 2015

Musei Capitolini
Roma

Orario
Martedì-domenica 9-20
Chiuso lunedì

Biglietto d’ingresso
Intero 15 euro
Ridotto 13 euro
Domenica 1 febbraio e domenica 1 marzo 2015, ingresso gratuito nei musei del sistema per tutti i residenti a Roma.

 

Author: Redazione

La mente occulta. Il suo suono: il rumore della tastiera. Il suo aroma: il caffè. A litri.

Share This Post On

Pin It on Pinterest