Autunno ad Alba: vino, tartufi ed arte

Una gita ad Alba e nei suoi dintorni merita in qualsiasi periodo dell’anno. La città è deliziosa e i suoi borghi con le colline rivestite dai vigneti non sono da meno. Ma se non ci andate adesso vi perdete l’opportunità di vivere tutti gli appuntamenti che vengono organizzati per la famosa Fiera Internazionale del tartufo.
alba panorama

Ogni weekend avrete l’imbarazzo della scelta tra degustazioni e serate di musica jazz, tra visite di palazzi e monumenti di solito inaccessibili e gli show cooking in compagnia degli chef. E poi ci sono appuntamenti must che spaziano dalla natura all’arte al cibo (www.fieradeltartufo.org).

Nel Mercato del Tartufo si possono vedere, toccare, annusare i tartufi venduti direttamente dai commercianti e cercatori del territorio, e visitare gli stand con i vini del territorio di Langhe e Roero, la pasticceria artigianale, i formaggi, i salumi e tutti i prodotti del territorio.

Potete partecipare alla Wine Tasting Experience® , la degustazione con enologi e sommelier che vi guidano in un viaggio tra Barolo, Barbaresco e altre varietà di vini del territorio, svelandone caratteristiche e curiosità.

Alba sotterranea

Alba sotterranea

Alba Sotterranea è un’esperienza magica che è possibile vivere solo durante il festival. In compagnia di un archeologo vi incamminate a pochi metri al di sotto delle vie e dei marciapiedi, per scoprire frammenti di città scomparse di epoca medievale e romana (www.ambientecultura.it sezione Alba Sotterranea).

Ogni weekend fino al 30 novembre potete partecipare al LangheSightseeingTour e visitare vigneti, colline e borghi storici, seguendo diversi itinerari, a bordi di confortevoli autobu, liberi di salire e scendere tutte le volte che volete a una delle tante fermate e visitare così tutti i luoghi di interesse di questo territorio riconosciuto dall’Unesco, patrimonio mondiale dell’umanità.

Potete approfittare della gita per ammirare l’affascinate antologica, allestita alla Fondazione Ferrero, dedicata a Felice Casorati. La mostra riunisce 65 dipinti di Felice Casorati, di cui 40 provengono da musei e istituzioni nazionali e internazionali. L’ingresso è gratuito. Vai all’articolo…

 

Se andate ad Alba, fate un giro nella vicina Guarene. Vi aspetta un suggestivo castello che vi consigliamo con tutto il cuore di visitare (anche se fermarsi a cena o per la notte non sono affatto cattive idee).

castello guarene sala

Nel Medioevo era un fortilizio, nel XVIII secolo diventò la dimora estiva dei conti Roero, una costruzione imponente circondata da meravigliosi ed eleganti giardini all’italiana. La sua straordinaria balconata si affaccia sull’intera arcata di colline, dal Monferrato a Verduno, ricoperte da vigneti da dove spuntano castelli, torri e borghi. Volte affrescate, tessuti preziosi, mobili antichi e dipinti impreziosiscono le numerose sale del piano nobile che rappresenta il cuore di questa sontuosa casa museo. Emozionante la sua biblioteca: ha accumulato nei secoli centinaia di libri in preziose legature e parecchi dei volumi sono addirittura esemplari unici.

Castello-di-Guarene-Esterno-2piscina alba guareneIl Castello di Guarene è anche un hotel di charme unico. Se volete passare una notte indimenticabile questo è il posto giusto. Le camere, battezzate con nomi di personaggi storici, sono tutte diverse. Arredate con mobili d’epoca, letti a baldacchino e tessuti preziosi sono dotate dei comfort più avanzati. Una notte qui è come vivere in un sogno. Senza dimenticare che solo gli ospiti dell’hotel hanno accesso alla favolosa Spa scavata nella roccia. Ciliegina sulla torta è il ristorante- aperto a tutti- guidato dallo chef Davide Odore che trasforma ogni piatto in un capolavoro per gli occhi e per il palato (www.castellodiguarene.com).

Il Castello di Guarene e i suoi Giardini sono aperti alle visite il sabato e la domenica, dalle 10.00 alle 11.30 e dalle 15.00 alle 17.30 (prenotazione allo 0173 441332 o mail a info@castellodiguarene.com)

Author: Redazione

La mente occulta. Il suo suono: il rumore della tastiera. Il suo aroma: il caffè. A litri.

Share This Post On

Pin It on Pinterest